Leslie Feist, u songwriter chì registra cum'è Feist, guidò un visitatore nantu à una pista sinuosa versu una collina cù vedute espansive di cime d'arburi è un reservoir. In fronte eranu i so dui cani mesti: u Sasha biancu, deskrittu da u so patrone cum'è iperemotivu, qualchì volta si deprime, è u Bentley neru, chì hè ghjustu fora per un bonu tempu. Feist aghjunse: Sò tramindui cum'è mè.



In u percorsu Feist hà citatu i testi - da u so novu album, Metals (Cherrytree/Interscope) - ispirati da a vista. Diga di u fiumu, u lavu riempia a terra, hà recitatu. Cullà finu à u guardianu. Ella riria. Ùn possu micca crede ch'e aghju fattu a cosa di l'auto-citazione.

Questu era, hà dettu, u guardianu chì avia in mente, in una riserva forestale vicinu à a so casa di campagna à nordu di Toronto, chì hè a so ritirata da un successu pop turbulente. A canzona ch'ella citava, Get It Wrong, Get It Right, finisce u so novu album, abbozzendu un ambiente bucolic sopra percussioni tintinnanti mentre canta Got a nest to build/String and grass/Leave the past. Hè un mumentu di cunsulazione dopu à canti pieni di dulore, turbulenza è sulitudine chì aghjunghjenu à u megliu è u più prufondu album di Feist.





Appesa à un muru in a so casa hè un sampler cù linee di Oliver Wendell Holmes: A fama hè u girasole senza profumu cù una corona d'oru sgargiante / Ma l'amicizia hè a rosa chì respira cù dolci in ogni piega.

Fighjendu in l'internu



Metalli, chì esce u 4 d'ottobre, ignora tuttu u pop glossy, computerized, impersonal di u 21u seculu; hè fattu per l'intimità, micca per a trasmissione di u mercatu di massa. I fans l'aspittavanu. Quandu u novu singulu di Feist, How Come You Never Go There, hè statu liberatu in linea u 12 d'Agostu, hà ricevutu tanta attenzione cum'è Kanye West è Jay-Z, superendu a lista di pupularità in siti cum'è Pitchfork è Hype Machine.

Pensu sempre à cumu sò in a mo stanza solu scrivendu, è eventualmente a maiò parte di a ghjente sente a musica sola, Feist hà dettu. Dunque, ci hè in realtà una tranquilla linea diretta tra scrittura è ascolta. Hè una strana bolla di solitudine, perchè site ligatu, ma ùn cunnosci micca, ma si cumunicà.



L'album hè statu ghjucatu à manu è largamente arregistratu in diretta in u studiu, cù a dinamica di i musicisti chì escenu inseme in tempu reale. In un momentu chì a maiò parte di e registrazioni pop compete per maximizà u voluminu, facemu dischi veramente morbidi, hà dettu Robbie Lackritz, u so ingegnere di registrazione è manager. Ti attira in u record assai più. S'è no faciamu stu discu da i normi digitale muderni, seria veramente terribili, perchè ci sò tanti canzoni chì anu un arcu da u principiu à u mità à a fine.

L'album hà alcune di e ballate silenziose è brillanti chì anu attiratu l'ascultori à l'album precedenti di Feist, ma diventa ancu senza scusa. A cuntrariu di i so album precedenti, ùn apre micca cù una lagnanza, ma cù un battitu di tamburinu è una linea di chitarra elettrica barbuta, cù una canzona nantu à una coppia chì tira fora The Bad in Each Other.



Ustendu

Feist, 35 anni, si esibiva in u circuitu indie-rock dapoi u principiu di l'anni 1990: in un gruppu punk di adolescenza, cù u rapper Peaches, cù i gruppi indie-rock By Divine Right è Broken Social Scene, poi da sola, inregistrendu è esegue praticamente senza sosta. A tour di Reminder in u mondu l'hà lasciata sguassata.



Aviu ghjucatu à un publicu più grande di quellu chì avia mai capitu, è era diventatu un pocu sordu, vogliu dì sordu emotivamente, disse. Tutti i bordi taglienti sò stati appena usi cum'è legnu. Era cum'è u muvimentu ripetitivu, l'ascoltu ripetitivu, l'azzione ripetitiva, è tutti i punti fini sò stati rasati ghjustu.

Idda decisu di dà un annu off; si stende à dui. Quandu aghju cessatu di ghjucà, aghju veramente firmatu, disse. Dopu à un annu, perchè duverebbe esse un annu off, aghju pigliatu una chitarra acustica in un certu puntu, è era cupertu di polvera, è mi empiia u mo core di tristezza. Allora quattru mesi dopu l'aghju pigliatu, è sò cum'è, ah. Ella fece un gestu alluntanendu una chitarra. Eru solu cusì sfasciatu nantu à a musica. Aghju lasciatu passà u tempu, stà fermu.

Ùn era micca completamente improduttiva. Ella hà riunitu un documentariu, Fighjate ciò chì a luce hà fattu avà, nantu à a creazione di The Reminder; hà assittatu cù Broken Social Scene, Wilco (hà scuntatu i so membri à i Grammys) è Kings of Convenience. Finalmente, disse, dopu à dui anni di pausa, veramente, u silenziu torna torna. Hà cuminciatu à scrive novi canzoni in u vaghjimu di u 2010; da ghjennaghju, avia abbastanza per un album.

Anti-Pioneer, una ballata ch'ella avia interpretatu è pruvatu à registrà per una decina d'anni, hà truvatu u so modu in Metals. Sta volta, hà dettu, aghju avutu quella reta di farfalla psichica è l'aghju.

Quella canzona luttuosa si adatta facilmente à i più novi chì emergenu in un prucessu chì hà descrittu cum'è patchworking è risolve puzziche, travagliendu in parechje canzoni frammentarii à una volta.

I canti cuntemplanu l'amore sbiaditu, a mortalità è una parolla chì Feist hà spessu tornatu in a descrizzione di l'album: solitude. Mi sentu cum'è sta strada solitaria per a vita, disse. Ùn importa micca quellu chì intreccia è fora di a vostra vita, indipendentemente da a qualità di quelli amici profondi è famigliali, sò l'unicu denominatore cumunu à questu puntu chì hè statu cun mè tuttu u tempu. È ci hè stu sensu di pruvà à fà sensu di quella solitudine ultima. Ùn hè micca negativu o ancu pusitivu. Hè solu un fattu.

Per l'album, hà riunitu cullaburatori di longu tempu chì anu custruitu carriere soliste sottu i so soprannomi: u batterista Mocky è u tastierista Gonzales. Dopu avè studiatu currettamente l'arrangiamenti di e canzoni in Canada, anu passatu duie settimane è mezu in un granagliu di scogliera in Big Sur chì hè accadutu à esse 60 per 38 piedi: esattamente a stessa impronta, Lackritz hà dettu, di Studio 2 in Abbey Road, induve i Beatles anu registratu. Unisciti da u tastierista Brian LeBarton, chì hè statu u direttore musicale di Beck, anu travagliatu veloce, catturà parechji di e canzoni in solu uni pochi di piglià. Eranu dopu à un sonu chì Feist hà qualificatu cum'è mudernu anticu, da i tastieri vintage di LeBarton à i cordi in diretta è a voce di salvezza di u Real Vocal String Quartet, un gruppu di quattru donne di San Francisco chì canta è ghjucanu simultaneamente.

FEIST

Quandu: 8 p.m. Luni
Dove: L'auditoriu Warfield, 982 Market St., San Francisco
Bigliettu: $ 42- $ 50; www.bigliettu
master.com